Uscita al Lago Tremorgio

Created: Giovedì, 12 Settembre 2019 00:00

Giovedì 12 settembre 2019
Lago del Tremorgio

Oddio, non era certo il serpentone di lamiere roventi delle automobili che arrancano sulla Biaschina o sul Piottino per imboccare la galleria del San Gottardo dopo chilometri e chilometri di coda, ma la fila indiana degli oltre venti Gappini che hanno partecipato all’uscita al lago Tremorgio sopra Rodi-Fiesso era pur sempre di tutto rispetto.

L’appuntamento era fissato a metà mattinata direttamente alla funivia che, con un balzo di 900 metri, porta agli oltre 1800 metri del lago del Tremorgio permettendo di risparmiare parecchie energie. In piccoli gruppi di otto persone alla volta siamo saliti immersi in un verde panorama di valli e montagne coronato da un cielo di color azzurro profondo. Due passi e poi …. la meraviglia: incastonato in una conca attorniata da alte montagne frastagliate, davanti ai nostri occhi si è palesato il laghetto del Tremorgio in tutta la sua bellezza, uno zaffiro splendente alla luce del sole che si rifrangeva nelle sue limpide acque. Un posto assolutamente incantevole in cui perdersi e godersi tutta la bellezza del laghetto alpino: un luogo idilliaco, ricco di minerali, dalla vegetazione variegata con fioriture colorate.

Il giro del lago è alla portata di tutti e richiede meno di un’ora, tra chiacchiere e fotografie, con sommo piacere per gli occhi.

Dopo le “fatiche” della passeggiata ci siamo rilassati alla capanna del Tremorgio con un ricco aperitivo e un ottimo pranzo a base di affettato misto, polenta e brasato da leccarsi i baffi e una freschissimo torta di mirtilli e lamponi, tutti piatti preparati con grande maestria da una signora di origini croate che palesava sì qualche piccola difficoltà con la lingua italiana, ma che della cucina nostrana ha capito proprio tutto. L’atmosfera era decisamente magica: il tempo favoloso, la temperatura piacevole, il panorama proprio rasserenante e la compagnia dei vecchi colleghi hanno reso questa giornata un ricordo che rimarrà a lungo impresso dentro di noi.

Poi discesa a valle e rientro alle nostre case. Il prossimo appuntamento è per il pranzo offerto dalla banca all’Hotel Lido Seegarten di Lugano previsto per l’8 ottobre. Sa vedum!

L’uscita al frantoio di Sonvico del 1° ottobre è stata purtroppo annullata per … mancanza di materia prima. Pare infatti che quest’anno le olive scarseggino parecchio.